Zona Iblea

Visita alle Miniere d'asfalto 06-10-19

Tantissimo entusiasmo e larga partecipazione per l’attività organizzata dal Rotaract Club di Modica domenica 6/10/19; i rotaractiani, insieme ai soci del Rotary Club di Modica, hanno seguito il Dott. G. S. Cassarino e l’equipe di speleologi dello Speleo Club Ibleo, alla scoperta delle cave di asfalto nella zona territoriale di Castelluccio e Streppenosa (RG). 

Due gruppi si sono avventurati, armati di elmetti e luci, all’interno della miniera Streppenosa, per osservare la singolarità geologica del nostro territorio: la calcarenite impregnata di olio minerale proveniente dagli strati profondi del campo petrolifero ragusano, più comunemente conosciuta come “pietra pece” o asfalto. Questo minerale era inizialmente utilizzato come pietra ornamentale, ma successivamente divenne il principale componente del sottofondo stradale, aumentando così di importanza e valore.
Dopo un’approfondita introduzione da parte del Dott. Cassarino, riguardo l’antica storia del paesaggio rurale di Streppenosa, dei resti di una locomobile e di un grande terrapieno lasciato incompiuto, i partecipanti sono entrati all’interno della miniera dismessa nel 1914, dall’oggi al domani, molto probabilmente per i venti della prima grande guerra che cominciavano a soffiare. All’interno della miniera si possono ammirare pochi metri di binari, qualche vagone abbandonato e grandi quantità di acqua che sommergono alcune zone. 
Ma ciò che davvero lascia senza fiato chiunque si spinga oltre l’ingresso è un meraviglioso fenomeno carsico che, in meno di un secolo, ha dato vita a colate di calcite, stalattiti lineari ed eccentriche, perle di grotta e conche a terrazzamenti, che dimostrano come la natura stia tornando a ristabilire l’equilibrio che l’essere umano aveva turbato.
Alla fine della visita è stato consegnato il gagliardetto del club al Dott. Cassarino, per ringraziarlo della sua minuziosa e cortese guida.   
L’attività ha costituito un’occasione per approfondire la conoscenza del territorio ibleo, in linea con il tema del nostro Governatore sul rispetto dell’ambiente che passa anche attraverso la conoscenza di esso, affinché se ne possa apprezzare la bellezza e l’importanza.