Zona Aetna

Ottima riuscita per “DonaRACT!”

Si è svolto lo scorso 4 agosto “DonaRACT!”, primo evento dell’anno sociale 2019/20 promosso dal Rotaract Club Catania Etna Centenario in collaborazione con l’AVIS comunale di Catania, che l’ha ospitato presso la propria sede. L’evento ha avuto inizio alle 8:30 ed è durato l’intera mattinata.

Il Club ha così voluto raccogliere l’invito, lanciato all’inizio della stagione estiva dal Presidente dell’AVIS Nazionale, Giampietro Briola, a contrastare il calo delle scorte trasfuzionali che ogni anno si verifica, puntualmente, in corrispondenza delle ferie e delle consuete gite fuori porta.
Com’è noto, il sangue, gli emocomponenti e i plasmaderivati sono indispensabili per molteplici attività, come gli interventi chirurgici e ortopedici, le terapie oncologiche, i trapianti di organi e tessuti, nonché la cura di malattie gravi quali leucemia, emofilia, anemie croniche, patologie del fegato, dei reni e molte altre. Per questi motivi una diminuzione delle donazioni, anche solo per brevi periodi, costituisce un serio pericolo per tutti.
Al contrario, un incremento di numero di sacche disponibili tutto l’anno può fare la differenza tra la vita e la morte per molte persone. Non a caso lo slogan dell’evento di domenica è stato: “Dono sangue per una ragione e questa ragione è la VITA”.
La donazione di sangue in Italia è sottoposta a standard molto severi, a garanzia sia dei pazienti che degli stessi donatori. Per poter donare, infatti, non solo bisogna avere un’età compresa tra i 18 e i 65, ma occorre avere anche un peso superiore a 50 chilogrammi e non risultare affetti da malattie; condizione che viene accertata periodicamente, mediante visite mediche ed esami di laboratorio. I prelievi, inoltre, avvengono in sale appositamente attrezzate, ad opera di personale medico ed infermieristico qualificiato. La quantità del sangue donata, circa 450 millilitri, è appena un ventesimo del sangue circolante in un adulto e per ricostruirsi impiega da poche ore a pochi giorni.
Ottima la riuscita dell’evento, che ha registrato ben cinque donazioni e cinque predonazioni (analisi del sangue propedeutiche a donazioni future).
Tra i presenti, il Presidente Cesare Scalia, il Vice Presidente Ginevra Bonafede, il Tesoriere Francesco Andronico, i soci Nancy Martorana e Carlo Spampinato, (consigliere di AVIS Giovani Catania), insieme a numerosi esterni e avisini.
Sono intervenuti, inoltre, il Presidente di AVIS Catania, gen. Francesco Malerba, ed il Presidente provinciale del’AVIS dott. Carlo Sciacchitano, che hanno dato il benvenuto ai rotaractiani complimentandosi per la lodevole iniziativa e per l’impegno testimoniato dal Club.
Al termine, a tutti i partecipanti è stata offerta una “dolce” colazione. Inoltre, ai donatori è stata data la possibilità di vincere ricchi premi nell’ambito del concorso “A…mare con AVIS”.
«È sempre un’esperienza straordinaria mettersi a disposizione di chi ha più bisogno», ha dichiarato a margine il Presidente, Cesare Scalia. «Pensare che il sangue che abbiamo donato oggi sarà d’aiuto per persone meno fortunate di noi ci rende entuasiasti. Ringrazio il gen. Malerba e il dott. Sciacchitano per averci accolto tanto calorosamemte e per le belle parole spese nei confronti del Club. Un sincero ringraziamento – ha aggiunto – anche ai miei consoci, e in particolare al mio Vice Ginevra, al mio Tesoriere Francesco e ai nuovi soci Nancy e Carlo, quest’ultimo anche per averci dato l’opportunità di conoscere il mondo avisino. Spero, ed anzi sono certo, che questo sarà l’inizio di una duratura e proficua collaborazione tra le nostre associazioni».
 
Laura Lorefice
 
(segretario)