Zona Panormus

Liberazione della tartaruga Shalom

Si riparte alla grande con un’attività di club che ci riproponiamo di ripetere da diversi

anni, sempre con lo stesso spirito di intraprendenza e volontà volti a sensibilizzare al
valore e rispetto per l’ambiente.
Sabato 1 Agosto é tornata in mare Shalom, la piccola Caretta Caretta recuperata
nelle vicinanze dell’isola di Ustica e curata presso l’ospedale Veterinario
Universitario Didattico dell’Università degli Studi di Messina. La liberazione delle
tartarughe marine rappresenta per il nostro club un evento di grande significato dal
momento che si inserisce in un contesto di attività che mirano a ricreare una
sinergica collaborazione della cittadinanza e delle istituzioni locali per la tutela delle
nostre coste e dei nostri mari.
Oggi più che mai le tartarughe della specie Caretta Caretta sono sottoposte a tutela
per i forti rischi d’estinzione ai quali rimangono esposte a causa delle sempre più
frequenti ferite accidentali da imbrigliamento in reti da pesca, da ingerimento di ami
o di plastica scambiata per meduse di cui questi rettili si nutrono. É per questo che,
anche quest’anno abbiamo organizzato una giornata di informazione per la
salvaguardia delle acque e fauna marina in cui si é discusso della necessità di
limitare la diffusione di rifiuti di natura plastica e più in generale dell’esigenza di
attuare una politica “plastic free”. Nella cornice del circolo Lauri, nelle acque
cristalline di Mondello, in compagnia del Professore, divulgatore scientifico Silvano
Riggio e di tantissimi passanti incuriositi, si é inoltre restituita degna libertà e felice
vita ad uno degli animali più amati da grandi e piccini.