Zona Iblea

Formazione e ingresso nuove socie Rotaract Club Modica

 INCONTRO DI FORMAZIONE ED INGRESSO NUOVE SOCIE

 

Il Rotaract Club di Modica inaugura il suo 2020 con un duplice appuntamento: un momento formativo e a seguire una sobria ed intensa cerimonia per accogliere le socie incoming.

Giovedì 2 Gennaio ci siamo ritrovati  presso un noto ristorante del centro storico e dopo il fatidico scambio di auguri, si è dato inizio ai lavori tenuti dal Dott. Giovanni Adamo, già RD, e socio onorario del nostro club, nonché delegato Rotary per il Rotaract del nostro club padrino.

Grazia alla preziosa disponibilità del relatore e alla collaborazione dei presenti, si sono ripercorsi i principi fondamentali del nostro sodalizio, attraverso l'importanza delle 5 vie d'azione: interna, professionale, di interesse pubblico, internazionale, e la più recente ad essere istituita, ma altrettanto vitale, l'azione in favore dei giovani.

Giovanni ha tenuto a puntualizzare come il Rotaract  non sia un club privato, una comitiva amicale, una mera associazione di beneficienza o solo un'organizzazione che promuove la leadership, bensì una irripetibile opportunità per costruire qualcosa per gli altri, insieme, un modo di aprirsi all'altro senza stereotipi o preconcetti di alcun tipo e di stabilire connessioni in tutto il mondo grazie alla comune affiliazione.  

Siamo stati esortati nel pianificare un'attività ad essere attuali, ponendoci obiettivi concreti e target di interesse mirati, con una speciale attenzione ai giovani studenti delle nostre scuole, in linea con il tema distrettuale e di club prescelti.

4 specifiche domande siano motore per le nostre idee e costituiscono il significato profondo del nostro incontro formativo :

 

Risponde a verità?

E' giusto per tutti gli interessati?

Darà vita a buona volontà e a migliori rapporti di amicizia?

Sarà vantaggioso per tutti gli interessati?

 

Senza dimenticare il bagaglio di competenze ed esperienze di ex rotaractiani e soci rotariani, ogni socio è chiamato in prima persona a vivere il club in tutte le sue dimensioni, investendo le proprie attitudini e risorse in vista di un integrale sviluppo personale e collettivo all'insegna del miliare motto "Pensa, ascolta,senti e costruisci".

Al termine dell'efficace intervento, sono state soddisfatte le curiosità dei soci  riguardo le modifiche apportate al regolamento in seno al consiglio internazionale e il significato più profondo dell'azione professionale.

 Subito dopo, in un clima informale e caloroso, un'emozionata Alice Monaco, presidente del nostro club, attorniata da diverse autorità tra le quali il presidente del nostro club padrino Avv. Ferdinando Manenti e il segretario Rotary, nonché past president nonché socio onorario del Rtc Modica Filippo Castellett, e da numerosi soci rotariani e amiche innerine iblee, con il consueto tocco di campana ha dato avvio alla cerimonia di presentazione di ben 4 nuovi socie, per un club sempre aperto al rinnovamento e ancora una volta al "girl power".

Hanno fatto il loro ingresso, infatti le sorelle Alessia e Cristiana Agosta,universitarie tenaci e provette ginnaste, la volitiva Dott. ssa Rita Alescio e la giovanissima ed impegnata Valentina Spina,  brillanti donne che al di là delle differenti età e percorsi  formativi e professionali, si sono tutte mostrate sinceramente coinvolte per l'intero periodo di incoming, partecipando attivamente a svariate attività di club e di zona e accomunate dallo stesso spirito di dedizione al prossimo, comprensione reciproca e attitudine alla leadership.

Dopo il consueto momento di apposizione dei distintivi e la consegna dei gagliardetti, i soci, la famiglia rotariana  e i graditi ospiti hanno condiviso una prelibata cena, concludendo piacevolmente la serata.

Ringraziando tutti i presenti e gli intervenuti, il Club porge il benvenuto al nuovo anno con una significativa crescita non solo numerica, ma di qualità.

Tutti noi auspichiamo che i prossimi mesi siano ricchi  di idee, attività e progettualità da vivere in armonia con gli altri club, sempre sposando i più autentici valori rotaractiani.  

 

Chiara Russo