Zona Aetna

Dalla formazione alla cooperazione internazionale, ottobre impegnativo per il Rotaract “Catania Etna Centenario”

Mese denso di appuntamenti quello di ottobre, per i soci del Rotarct Club Catania Etna Centenario.
Ad inaugurare l’agenda, nella serata di venerdì 4, un partecipato incontro di formazione, che ha riunito tutti i Club della Zona Aetna presso la sede dei Rotaract Catania e Catania Ovest. A relazionare, dopo i saluti di rito, è stato Roberto Lo Nigro, rotariano di lungo corso ed attuale assistente del Governatore, il quale ha spaziato dalle origini storiche del Rotary International al concetto di “service”; ed ancora, dai rapporti tra Rotaract Clubs e Rotary Club Padrini alle best practices in tema di organizzazione interna e comunicazione.

Domenica 6 una rappresentanza del Club ha fatto tappa presso lo stand allestito dal Rotary Padrino presso il Lungomare Fest per la divulgazione del programma “Basic Life Support”.

A seguire, dal 17 al 20 ottobre una nutrita delegazione, guidata dal Presidente, Cesare Scalia, ha preso parte all’ottava edizione di “Blue Sea Land”, importante evento internazionale che ogni anno riunisce a Mazara del Vallo (TP) rappresentanti di tutti i Paesi del Mediterraneo (e non solo). In particolare, giorno 19 ben quarantadue Rotaract Club siciliani, aderenti al progetto nazionale “Rotaract For Sustainable Future”, hanno tenuto un convegno dal titolo “Generazione 2030: progetti e prospettive sostenibili nel Mediterraneo”, per discutere di economia e sviluppo ecosostenibile. Particolarmente qualificato il tavolo dei relatori, al quale hanno preso la parola, tra gli altri, il Direttore generale del Dipartimento Agricoltura della Regione siciliana, Dario Cartabellotta, ed il Ministro plenipotenziario al Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale nelle iniziative multilaterali euro-mediterranee, Enrico Granara. Al termine, il Club ha sottoscritto, insieme ai propri omologhi, un importante protocollo d’intesa, col quale ha assunto l’impegno, da una parte, di far propri i punti dell’Agenda 2030 (documento programmatico delle Nazioni Unite che prevede, tra l’altro, il miglioramento dell’istruzione, l’accesso alle risorse idriche e la lotta ai cambiamenti climatici) e, dall’altra, di azzerare da subito l’utilizzo di qualsiasi materiale plastico nelle proprie attività.

Giovedì 24, giornata mondiale della poliomelite, il Club ha partecipato altresì a “Sicilia ti cuntu”, raffinato concerto di musiche e canti siciliani promosso dai Rotary Clubs etnei a sostegno del progetto del Rotary International “Polio Plus”, per la definitiva eradicazione di questa temibile malattia. Ad esibirsi, presso l’Hotel Four Points by Sheraton di Aci Castello (CT), l’artista Carmelo Sapienza ed il noto gruppo musicale “Triquetra” (Giorgio Maltese, Turi Pappalardo e Gianni Sineri). «Migliorare noi stessi per migliorare il mondo: questo è l’impegno, gravosissimo, che il Rotary impone (anche) a noi rotaractiani, e che tutti noi del Rotaract “Catania Etna Centenario” cerchiamo di onorare, ogni giorno, al meglio delle nostre capacità», ha commentato il presidente Scalia. «Quello appena trascorso è stato un mese intenso, ma ci ha consentito di crescere tanto e, soprattutto, di “fare” tanto. Anche per questo motivo, ringrazio di cuore tutti i miei consoci, per non aver fatto mai mancare il proprio contributo, così come ringrazio il Presidente del nostro Rotary Padrino per gli interessanti progetti cui ci ha consentito di aderire e partecipare». 

Prossimo appuntamento già il 2 novembre, con una “Grigliata d’Autunno” a sostegno dei progetti di Club contro la violenza di genere.

Ignazio Spadaro