Zona Persefone

Concorso Artistico Letterario Rotaract Distretto 2110

 Giorno 24 Febbraio, a Nicosia, presso i locali del Baglio San Pietro, si è svolta la premiazione del concorso artistico letterario “Rotaract club 2110”. Un variegato pubblico, proveniente da tutta la Sicilia, ha assistito a questo “ultimo atto” del concorso indetto dal Rotaract Distretto 2110 Sicilia Malta e rivolto a tutti i ragazzi dai 16 ai 30 anni residenti in Sicilia o nell’Isola di Malta. A moderare i lavori è stata Irene La Porta, Prefetto del Rotaract club di Nicosia che, dopo gli interventi di rito, ha subito dato la parola al Segretario del Concorso Alain Calò. Quest’ultimo ha inoltrato tutti i presenti nelle finalità del concorso promotore di una cultura che rende la libertà attraverso l’autodeterminazione di se stessi regalando anche l’immortalità, come testimoniato dagli innumerevoli autori che ancor oggi si ricordano nonostante i secoli trascorsi dalla loro morte. Il dr. Riccardo Fiscella, Presidente dell’Istituto di Ricerche Sociologiche e di Studi per l’Alta Formazione (I.R.S.S.A.F. – Polo Universitario di Nicosia), ha incentrato il suo discorso sull’operato concreto della cultura nel territorio attraverso il Polo Universitario di Nicosia, faro assoluto e salda roccia per la Cultura del paese e in quelli vicini. L’I.R.S.S.A.F., inoltre, è stato partner del Concorso attraverso il Premio “IRSSAF” ovvero un buono, dato ai vincitori, spendibile nei servizi didattico formativi offerti dall’Istituto. Il prof. Michele Di Fini, docente di lettere, ha ultimato la prima fase di interventi incentrando la propria attenzione sulla cultura in generale e sul concorso in particolare, avendo Questi ricoperto il ruolo di Presidente di Giuria, auspicando che tale esperienza si ripeta. Si è passati quindi agli interventi dei membri della giuria, quasi come un testimone da donare ai ragazzi partecipanti e premiati. Una giuria composita e variegata, composta da Rotaractiani, anche dirigenti, tra cui lo stesso Rappresentante Distrettuale Pasquale Pillitteri, giovani quali Michele Schillaci e Gaetano Brunetti Baldi, giovani non Rotaractiani quale Carmelo Catania, persone simbolo e storia del Rotaract di Nicosia quale Vittoria Curcio, Rotariani quale il Presidente del Rotary di Nicosia Antonio Curcio e la Preside Aurora Bonanno Conti del Rotary di Milazzo e non Rotariani quali il giornalista Sergio Leonardi e Franco Calò. Ovviamente la giuria è stata molto più ampia, qui abbiamo riportato i membri che sono intervenuti durante la serata. Dulcis in fundo il Presidente del Rotaract di Nicosia, anche giurato, Luigi D’Alfonso, che ha espresso gioia nel poter essere il club ospitante di questo importante evento Distrettuale, rimarcando egregiamente le bellezze e le qualità di Nicosia. Dopo quest’altra tranche di interventi, si è passati alla premiazione, conferendo il primo posto per il racconto breve inedito a Giuseppe Seminerio per l’opera “Algoritmica Follia”, il secondo posto a Giuseppe Moavero per “Arance Rosse di Sicilia” e il terzo posto a Roberto Castellaneta per “Il drago e il villaggio”. Per la sezione poesie si è affermato al primo posto il componimento “Anabasi di un emigrato Siciliano” di Ignazio Spadaro, seguito da “Veglia” di Gianni Battista Cauchi. In questa sezione sono stati conferiti due premi della Critica ai componimenti “Tra Dio e la realtà” e “Vento”, rispettivamente di Carmine Spadaro e Enea Miraglia. Sono state conferite, per il pregio delle opere, delle Menzioni Speciali a Gloria Maria Cicciari per il componimento “#01052017”, Chiara Dragotta per “Ode alla morte”, Samuel Ferro per “Rivedo quegli occhi” e Delia Pecoraro per “Luce”. La sezione 3, pur essendo assenti il primo, il secondo e il terzo posto, si è deciso di mantenere la classifica facendo “slittare” la premiazione durante la cerimonia di Premiazione di “IMPAVIDARTE – la biennale della cultura 2018/2019” di cui questo concorso è stato un “fratello minore”. La classifica, comunque, di questa sezione, corona vincitrice l’opera “Sunrise” di Giancarlo Ricevuto che ottiene anche il premio della Critica, “Alba sull’Etna” di Leonardo Calì e “Finestra sul ‘600” di Cesare Rizzo.

A fine serata è stato conferito anche il riconoscimento “Rotaract Club 2110 Talent Scout” al club che ha fatto pervenire più opere al concorso, rivestendo quindi il ruolo di vero e proprio “ambasciatore di Cultura”. Tale titolo è stato conferito al club Palermo Montepellegrino ed è stato ritirato dal Suo Presidente Emanuele Di Bartolo.
La manifestazione gode anche dell’ausilio dell’Autore Aldo La Ganga che ha donato propri testi per arricchire i premi dei vincitori. E durante la manifestazione sono stati lanciati gli inviti anche per le prossime manifestazioni culturali che vedranno Nicosia una vera e propria “Capitale Culturale di Sicilia”, ovvero la rappresentazione Sacra de “La Casazza” ad Aprile, la quarta edizione de “Le Giornate di Davì” e la premiazione, a giugno, del concorso artistico letterario “IMPAVIDARTE – la biennale della cultura 2018/2019”.
ALAIN CALO’