Zona Aetna

Cambio della guardia al vertice del Rotaract Club Catania Etna Centenario

Si è svolta lo scorso 12 luglio nella raffinata cornice dell’Hotel Nettuno, sul lungomare di Ognina, la Cerimonia di Passaggio della Campana del Rotaract Club Catania Etna Centenario, che ha segnato l’inizio dell’anno sociale 2019/2020.
La Cerimonia di è aperta, come da tradizione, con l’omaggio alle bandiere (italiana, maltese, europea e rotariana) e con la lettura dell’Invocazione rotariana, affidata quest’anno al segretario Ignazio Spadaro. Nel corso della serata hanno porto il proprio saluto il Presidente del Rotary Club padrino, Giacomo Cracchiolo, il suo predecessore e nuovo Delegato del Club per il Rotaract, Giacomo Vitale, il Rappresentante Rotaract distrettuale, Carla Ceresia, il Past RRD, Pasquale Pillitteri, l’RRD incoming Giorgia Cicero e la Delegata per la Zona Aetna, Nancy Cannizzo. Tutti hanno avuto parole di apprezzamento per l’attività condotta dal Club nel corso dell’anno appena concluso, assicurando la propria vicinanza, nei rispettivi ruoli e responsabilità, durante il nuovo percorso appena intrapreso. L’RRD, inoltre, ha colto l’occasione per annunciare in anteprima la nomina del Segretario del Club a membro della Commissione distrettuale “Pubblico interesse”.
Presenti tra le autorità anche il Segretario del Rotary Padrino, Gioacchino Gaudioso di Saracina, il Tesoriere distrettuale, Ruggero Fichera, il Delegato ERIC e Multidistretto “Rotaract del Mediterraneo”, Tiziana Tasca, il Presidente della Commissione Comunicazione del Distretto, Giovanni Carlisi; ed ancora, la prof.ssa Francesca Leotta, membro della Commissione distrettuale Rotary per il Rotaract nell’a.s. 2018/2019, nonché il Vice RRD, il Consigliere distrettuale e il Delegato della Zona Panormus uscenti, Federico Scalisi, Gaetano Brunetti Baldi e Veronica Bonaccorso. In platea erano, inoltre, rappresentati tutti gli altri Club Rotaract del capoluogo etneo, nonché i Club Paternò Alto Simeto, Acireale, Palermo Monreale, Palermo Mediterranea, Enna, Nicosia, Siracusa, Siracusa Monti Climiti e Ragusa.
Nel corso del proprio intervento il Presidente uscente, Andrea Olivo, ha espresso soddisfazione per quanto realizzato, aggiungendo un ringraziamento ai propri consoci, al Past RRD e, in modo particolare, ai Rotariani, per il costante sostegno sperimentato dal Club in alcuni momenti di difficoltà.
Dopo il passaggio delle consegne il nuovo Presidente, Cesare Scalia, ha illustrato a grandi linee i progetti che saranno realizzati nel nuovo anno sociale: a livello internazionale, il Club aderirà al programma “Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile” delle Nazioni Unite, mentre a livello cittadino si avvierà una collaborazione col Centro “Galatea” e la cooperativa “Santa Maria degli Angeli”, che da anni offrono il proprio sostegno, rispettivamente, alle donne ed ai minori vittime di abusi in famiglia.
A seguire, la consegna dei distintivi ai membri del nuovo Consiglio direttivo: Ginevra Bonafede, vicepresidente; Ignazio Spadaro e Laura Lorefice, confermati entrambi alla Segreteria; Donata Malpasso e Francesca Dolej, prefette; Francesco Andronico, tesoriere.
Il Presidente ha, inoltre, insignito il proprio predecessore, che con lo spirare dell’anno sociale è anche uscito dal Club per limiti di età, della qualifica di socio amico, ed ha dato il benvenuto a quattro nuovi soci: Nunzia Martorana, assegnista di ricerca in Fisica; Salvandrea Di Salvo, ingegnere biomedico e data analyst; Boris Santarsiero, direttore amministrativo presso la sede napoletana di un’importante impresa di facility management; Carlo Spampinato, fisico ed associato INFN presso i Laboratori del Sud. La serata, che si è svolta in un clima di forte amicizia e cordialità, si è conclusa con un’altrettanto piacevole conviviale a bordo piscina.
«Indossare per la prima volta il prestigioso “collare” col logo del Rotaract e i nomi dei miei predecessori è stata per me un’emozione indescrivibile, perché mi ha ricordato che dovrò impegnarmi ogni giorno per essere all’altezza dell’incarico che i miei consoci hanno voluto affidarmi, e di cui non posso che sentirmi onorato», ha commentato, a margine, il presidente Scalia. «Dopo aver affiancato per un intero anno l’amico ed ormai past president Andrea, che non a caso ho voluto restasse tra noi come socio amico, so bene di dovermi rapportare con una realtà impegnativa e di dover operare all’interno di una società troppo spesso insensibile ai valori del service e dell’altruismo. Tuttavia sono fiducioso che, insieme al mio Direttivo, riuscirò a portare a termine ciò che abbiamo appena iniziato: la vicinanza del nostro Rotary padrino e del Distretto, così come la possibilità di fare rete con gli amici di altri Club, molti dei quali hanno percorso chilometri pur di condividere con noi questa serata, sono per tutti noi un grande incoraggiamento.
«Infine – ha concluso – desidero congratularmi col mio segretario Ignazio per il suo nuovo incarico distrettuale, che onora l’intero Club e per il quale debbo, pertanto, ringraziare la nostra RRD».
 
Laura Lorefice